15 Giugno 2024
Storia

Storia dell’XR 400R

Gli aggiornamenti che Honda ha effettuato negli anni

1996

l’XR 400R my ’96 viene messa in commercio nella seconda metà del 1995 insieme alla nuova XR 250R, nuovo telaio parzialmente formato da tubi a sezione quadra, telaietto posteriore scomponibile per facilitare le operazioni di manutenzione su monoammortizzatore e carburatore, forcella tradizionale Showa da 43mm con doppia regolazione, radiatore olio dietro la mascherina portafaro e doppio freno idraulico a disco.

Durante il 1996 sono stati aggiornati pompa olio e pin sollevatore della frizione

1997

Aggiornamento dei due ingranaggi della 2a marcia

1998

  • Modifica dell’inserto silenziatore all’interno della marmitta, la marmitta diventa da 2 camere a 3 camereModifica del collettore airbox, da due ad un pezzo unico
  • il getto del massimo del carburatore passa da #162 a #142, il getto pilota rimane  #62 (in America si riduce a #52)
  • Viene sostituita la centralina CDI, ora con meno anticipo, e modificato il volano (Sembra solo per il mercato americano anche per compensare la carburazione di minimo più magra)
  • Aumento della robustezza della leva di avviamento e conseguente modifica del supporto della pendana pilota di destra
  • Modifica alla forcella, il gruppo delle molle viene modificato
  • Modifica al sistema di aggancio del filtro aria nell’airbox, nei modelli 96 e 97 il filtro si poteva sganciare accidentalmente
  • i giunti del monoammortizzatore da tipo uniball passano al tipo cuscinetto a rulli.

1999

  • il diametro dell’albero motore aumenta di 1mm e passa da 17 a 18mm
  • l’ alberino di avviamento viene aumentato di 2mm sul diametro passa da 18 a 20mm, cambia anche la dimensione del foro sulla pedivella di avviamento.

2000

  • Aggiornamento degli ingranaggi della 2a marcia
  • il colore cambia da bianco “Ross White” al rosso “Fighting Red”
  • Il colore del telaio passa dal grigio metallizzato NH-262M al “Accurate Silver Metallic” NH146M
  • le molle forcella vengono sostituite con altre più dure, passano da 0.38 a 0.41

Gli aggiornamenti che Dall’Ara per il mercato italiano ha effettuato negli anni

Nel 2000 Dall’Ara affianca alla versione enduro anche la nuova versione Supermotard, con ruote da 17″ e disco freno anteriore da 320mm mediante il riposizionamento della pinza originale con l’utilizzo di una staffa in alluminio ricavata dal pieno

Non è infrequente trovare esemplari XR 400R anche vecchiotti, omologati Supermotard, infatti al tempo, con l’acquisto del kit di trasformazione SM, Dall’Ara consegnava al cliente anche il nullaosta per l’aggiornamento del libretto. Questa pratica purtroppo da anni non è più possibile.

Dal modello 2004, ultimo anno in cui si produrrà l’XR 400R in versione fuoristrada con serbatoio in plastica, l’omologazione passa del tipo locale “OL” a quella europea “EU” e perde la doppia omologazione, i modelli di quest’anno quindi sono o solo Supermotard o solo Enduro.

Dal 2005 Honda presenta in Giappone la nuova XR 400 Supermotard, Dall’Ara la commercializza in Italia affiancandole una versione enduro con omologate le ruote da 21 e 18″ per mezzo della modifica della versione SM. La nuova XR è più pesante e meno potente del precedente modello, il serbatoio carburante è in metallo con convogliatori in plastica, la forcella anteriore passa da tradizionale a steli rovesciati il carburatore diventa da meccanico a depressione.

Capitolo XR 440R

In maniera non continuativa e in pochi esemplari disponibli ogni anno, dal 2000 viene proposta sul mercato anche l’XR 440R, versione realizzata e omologata in Italia da Dall’Ara per poter correre nel mondiale Enduro nella allora classe “oltre 4T”.
La moto non era ne più ne meno una XR 400R di serie con kit di maggiorazione IMS americano che portava appunto la cilindrata a 440cc. Era forse prevista ma non documentato un aggiornamento dei getti del carburatori.

Galleria Immagini